Diritti civili

Riceviamo dall’associazione Renzo e Lucio.

Francesco Zanardi e Manuel Incorvaia , sono una coppia gay di Savona  che dal 4 gennaio hanno iniziato uno sciopero della fame ad oltranza per rivendicare il loro diritto a sposarsi. Vivono insieme da più di un anno ormai. Come tante coppie omosessuali hanno vissuto senza dare troppo peso alla mancanza di alcuni diritti che li distinguono da i loro amici etero.

Hanno condiviso sempre tutto, casa, vita passioni. Ma questa estate per la prima volta a causa di uno spiacevole episodio si sono resi conto che cosa vuol dire non essere riconosciuti dallo stato italiano come famiglia a tutti gli effetti.

Francesco viene aggredito, rischia grosso anche perché nell’isola dove si trovava non c’erano strutture mediche adeguate.

Da li il dubbio e la paura per Manuel, che avendo Francesco come unica persona che si prendeva cura di lui e con il quale ha sempre diviso tutto, ha rischiato di tornare a casa senza più un ragazzo, e una volta tornato a Savona, a ritrovarsi senza nemmeno una casa visto che risulta tutto di proprietà di Francesco.

Decidono di reagire, vogliono tutelarsi, capiscono che per lo stato sono cittadini di serie B e non ci stanno.

Insieme a diverse altre coppie in Italia affrontano il comune delle loro città, chiedendo l’autorizzazione a sposarsi e ricorrono alla corte costituzionale in risposta alla negazione.

Ora hanno deciso di accompagnare questa loro battaglia legale con un’iniziativa di sciopero della fame che prosegue ormai da più di sette giorni. Intorno a loro è calato un muro di silenzio sia nel mondo politico sia nel mondo dell’informazione.

L’associazione Renzo e Lucio di Lecco è vicina a questa loro battaglia dall’inizio ospitando la diretta web del loro sciopero nella prima pagina del sito www.renzoelucio.it e sostenendo la loro battaglia.

Chiediamo a tutti di sostenere e far conoscere a conoscenti ed amici questa protesta per rompere il muro di silenzio e far conoscere questa battaglia per il riconoscimento dei propri diritti civili.

Associazione Renzo e Lucio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.