One thought on “Lunedì sera: “Servi”

  • 2 Febbraio 2010 in 22:19
    Permalink

    Come al solito una serata interessante e ricchi di spunti sui quali riflettere.
    Il concetto che più mi ha colpito è questo: il problema dell’immigrazione clandestina si perpetua nel tempo perchè gli schiavi moderni sono funzionali al nostro sistema economico.
    Semplice. Chiaro. Impietoso.
    Il cancro del lavoro sommerso e l’atomicità del nostro tessuto produttivo sono il bacino ideale per lo sfruttamento di migranti in cerca di una vita migliore.
    Ho provato a discutere di immigrazione, anche con persone dalle idee politiche diverse dalle mie, arrivando ad una conlcusione simile, forse qualunquista, ma non per questo errata a priori: se un problema resiste da decenni (a mia memoria ricordo negli anni ’90 le carrette provenienti dall’Albania – e allora portavo i pantaloni alla zuwawa (cit.)) è per incapacità di chi ci governa ed interesse di tutti gli altri.
    Il passo successivo è: se cavalcare la paura dello straniero ti porta consenso e potere, perchè lavorare per risolvere davvero il problema, piuttosto che formulare soluzioni pagliative e populiste che perpetuano la situazione attuale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *