I promotori della Libertà

Mercoledì 24 febbraio sono stati presentati i “Promotori della Libertà”. Recente copia stinta del già nobile progetto civetta dei “Circoli della Libertà”. La coordinatrice è sempre lei: Michela Vittoria Brambilla. Ho ascoltato con attenzione la conferenza di presentazione su Radio Radicale. Ve la consiglio.

Pur riconoscendo la bassezza dell’iniziativa berlusconiana, vi prego di leggere con attenzione il “regolamento” dei nuovi adepti. Una dichiarazione di autonomia e indipendenza tipica di un “paladino della Libertà”. E’ pubblicato sul portale promotoridellalibertà.it. Ve lo incollo. Badare anche all’intestazione del sito: “Scendi in campo al mio fianco. Per difendere i tuoi diritti, i tuoi interessi, la tua libertà”. E Berlusconi che sorride con il pugno chiuso.

Art. 1 – Soci
I “Promotori della Libertà” sono un’organizzazione interna al partito del Popolo della Libertà, organizzata su più livelli: nazionale, regionale, provinciale e cittadino.
Ne possono fare parte tutti gli iscritti al Popolo della Libertà che ne facciano richiesta.
I Promotori della Libertà dipendono direttamente dal Presidente Silvio Berlusconi, che li coordina attraverso il responsabile nazionale del Settore Iniziative Movimentiste del Pdl.
L’azione dei Promotori della Libertà è armonica e sinergica alle linee e agli obiettivi del partito del Popolo della Libertà.

Art. 2 – Finalità
Queste le finalità principali che si propone l’organizzazione dei Promotori della Libertà:

sostenere il lavoro del Presidente Silvio Berlusconi, sia a livello di movimento di opinione sia con azioni concrete sul territorio che contribuiscano alla migliore conoscenza del suo operato sia diffondendo i valori di democrazia e libertà di cui è strenuo difensore
sostenere il lavoro del Governo e spiegarlo ai cittadini
– sostenere l’attività del Popolo della Libertà
– organizzare incontri sul territorio per promuover la cultura della libertà e diffondere le idee e il punto di vista della nostra area politica
– sostenere le campagne elettorali
– promuovere e sostenere il tesseramento
– sostenere le manifestazioni e le campagne nazionali, oltre che le iniziative locali, anche attraverso l’organizzazione di banchetti e gazebo

ORGANIZZAZIONE DEI PROMOTORI DELLA LIBERTÀ

Art. 3 – Organizzazione Nazionale dei Promotori della Libertà

I Promotori della Libertà si riconoscono nel Presidente del Popolo della Libertà, Silvio Berlusconi, e secondo le sue indicazioni sono coordinati a livello nazionale dal responsabile del Settore Iniziative Movimentiste, in raccordo con il Coordinamento Nazionale e con il responsabile del Settore Tesseramento.

1) Il Presidente del Popolo della Libertà fissa le priorità, gli obiettivi e gli interventi per l’azione dei Promotori della Libertà

2) Al Responsabile delle Iniziative Movimentiste spetta il compito di:
– proporre e gestire attività, iniziative e campagne da sviluppare su tutto il territorio nazionale.
– organizzare e coordinare l’organizzazione dei Promotori della Libertà
– gestire il portale www.promotoridellaliberta.it, dove i promotori potranno incontrarsi e confrontarsi, ed eventuali altre iniziative mediatiche
– intervenire con eventuali provvedimenti di revoca, secondo quanto previsto dal regolamento

Art. 4 – Organizzazione territoriale

1) I responsabili  territoriali e tematici dei Promotori della Libertà sono nominati dal Presidente Silvio Berlusconi

2) Ai responsabili territoriali e tematici dei spetta il compito di: coordinare gli aderenti ai Promotori della Libertà e organizzarli sul territorio per  svolgere le attività previste dal regolamento

3) Il ruolo di Promotore della Libertà potrà essere immediatamente revocato qualora le attività poste in essere dallo stesso fossero in contrasto con la linea politica ed i valori del Popolo della Libertà
NORME  DI  ATTUAZIONE  E  TRANSITORIE

Art. 5- Entrata in vigore
Il presente Regolamento entra in vigore con l’approvazione del Presidente del Popolo della Libertà.

Duccio Facchini

One thought on “I promotori della Libertà

  • 28 Febbraio 2010 in 11:03
    Permalink

    da questi pochi articoli si può dedurre che chiunque divenga un ‘promotore della libertà’ sia una persona indipendente, con una forte personalità, con idee chiare e precise…
    che fantocci!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *