“SALVIAMO WALL STREET”

Finalmente ci siamo. E’ partita ufficialmente la raccolta di firme “SALVIAMO WALL STREET“.

Wall Street“, la ex pizzeria di via Belfiore 1 di proprietà della famiglia mafiosa dei Coco-Trovato confiscata dallo Stato nella metà degli anni ’90. Luogo simbolo della presenza radicata della ‘Ndrangheta, del suo controllo del territorio e del suo affarismo. Luogo della vergogna fatta di quindici anni di abbandono a spese della Memoria civile di questa città. Un abbandono irresponsabile che, per assurdo, nessuno ha mai avuto intenzione di riconoscere. Vent’anni di distrazione amministrativa (voluta o meno) hanno contribuito al misfatto. Lo sconforto deve però trasformarsi in speranza, documentata speranza. Quel bene, nonostante l’abbandono, è riuscito a resistere. Cinquecento metri quadri (500mq) che possono e devono esser destinati alla collettività e non come archivio/deposito della Prefettura. I beni confiscati alle mafie devono essere restituiti ad uso sociale, affinché da un luogo di sopraffazione possano diventare segno di Civiltà e Diritti.

E’ per questo che vi chiediamo di sostenere questa petizione in cui si chiede, con il giusto equilibrio, alla nuova Amministrazione di dare un segno forte di discontinuità.
Ci rivolgiamo perciò ai cittadini, residenti e non, alle associazioni e ai movimenti d’impegno presenti in città. Facciamo sì che questa raccolta di firme possa unire, piuttosto che frammentare. Abbiamo contattato diversi soggetti intenzionati a supportare logisticamente la campagna “SALVIAMO WALL STREET“. Una volta raccolte le adesioni, verrà costruita una mappa di luoghi dove sarà possibile (far) andare a firmare.

Abbiamo cominciato la raccolta settimana scorsa. Questo fine settimana (sabato 17 e domenica 18) saremo in piazza Cermenati con gazebo e banchetto informativo. Il sabato dalle 14.00 alle 18.30 e la domenica dalle 10.00 alle 18.30.

Contiamo su di voi. Una firma contro la ‘Ndrangheta.

Qui Lecco Libera – Libero Fischio in Libera Piazza – Esserevento.it

Un pensiero riguardo ““SALVIAMO WALL STREET”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *