‘Ndrangheta e colonizzazione: la prima udienza di “Infinito”

Si è tenuta oggi presso il Tribunale di Milano (Prima Corte d’Assise d’Appello) la prima udienza del processo “Infinito”. Il procedimento ha preso il via dalle indagini coordinate dalle due procure di Reggio Calabria e Milano. Gli arresti dell’estate scorsa avevano riportato l’attenzione sul fenomeno della “colonizzazione mafiosa” (Direzione Nazionale Antimafia) nel Nord Italia e in Lombardia. Tra gli imputati Giuseppe (Pino) Neri (assente perché “malato”), Ivano Perego e l’ex direttore sanitario dell’Asl di Pavia, Carlo Chiriaco (apparso in condizioni fisiche a dir poco precarie).

Tra le parti costituitesi offese non risulta – a meno di fraintendimenti – la Regione Lombardia, a differenza della Regione Calabria.

Tra le parti anche il Ministero degli Interni, quello della Difesa ed i Comuni di Bollate e Pavia (questi ultimi interessati concretamente dal radicamento criminale).

La prossima udienza, stando al calendario stilato dalla Corte, sarà martedì 14 giugno presso l’aula bunker due di via Ucelli di Nemi.

Qui Lecco Libera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.