Piano cave: la realtà smentisce le previsioni

Schermata 2013-07-26 alle 12.04.29

Dopo un’attesa durata oltre un anno e mezzo, gli uffici tecnici del Comune di Lecco hanno pubblicato la determina relativa a quel che devono versare i cavatori alle casse dell’Amministrazione a titolo di “diritti di escavazione”.

Grazie a questi dati è possibile dimostrare, se ce ne fosse ancora bisogno, l’assoluta sovrabbondanza delle cubature previste nel Nuovo piano cave rispetto alle reali potenzialità dei siti estrattivi. Un “regalo” a forma di 585mila metri cubi.

Chi ha letto le nostro osservazioni, conosce queste cifre, che i grafici di seguito mostrano chiaramente.

Cornello

La cava Cornello (Dolomite Colombo)

VaioloAlta

La cava Vaiolo Alta (Unicalce)

VaioloBassa

La cava Vaiolo Bassa (Fassa Bortolo)

TotaleCave

Il quadro complessivo delle tre cave lecchesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.