Arrestati Sorrentino e Castagna

terremoto

Altri arresti nella tranquilla provincia di Lecco. Altri arresti che sono collegati indirettamente -anche se solo sotto forma di accenni- all’ordinanza di custodia cautelare di Metastasi. Quest’oggi [mercoledì 17 aprile] sono stati coinvolti -per concussione e corruzione, siamo molto cauti però sui capi contestati- Francesco Sorrentino, ex consigliere della Lega Nord al Comune di Lecco, e Maurizio Castagna, geometra dell’ufficio comunale di Lecco ai Servizi tecnici per le Attività produttive.

I dettagli sono ancora pochi e frammentari. Quel che è certo è che una macchia si sta allargando -come peraltro avevamo indicato già il 2 aprile scorso- coinvolgendo, seppur con reati contestati diversi tra loro, blocchi di potere “noti”, registrati all’anagrafe, certamente maggiorenni.

Il “colpo” Sorrentino riguarda soprattutto la destra locale, compreso l’ex senatore leghista Lorenzo Bodega; quel Sorrentino che poi si candidò con il movimento dei transfughi del Carroccio Siamo Gente Comune (fondato e poi abbandonato da Bodega insieme a Rosi Mauro) alle scorse elezioni comunali di Calolziocorte [il candidato sindaco Francesco Sorrentino (Siamo Gente Comune) prese 510 voti, il 7,49%]. Lo stesso Bodega che Mario Trovato in una sera del luglio 2011 disse ad Ernesto Palermo di aver ospitato a cena (“ci vado spesso” ha riconosciuto l’interessato al telefono con QLL).

Maurizio Castagna era finito nell’ordinanza perché citato de relato, mentre Sorrentino -come già scritto dal buon Daniele De Salvo de Il Giorno- era finito in una pagina dell’ordinanza da cui si desumeva che avesse l’automobile sotto controllo e che stesse parlando di affari collegati a Mario Trovato.

AGGIORNAMENTO DEL 17 APRILE:

L’avvocato Stefano Pellizzari del foro di Lecco ha fatto sapere che “gli arresti di ieri non hanno alcuna connessione con l’inchiesta Metastasi”. Il che è perfettamente in linea con quanto anticipato da noi ieri sera, quando scrivevamo che il riferimento era indiretto, perché sia Castagna sia Sorrentino erano indicati -marginalmente e in ruoli tra loro diversi- nelle carte dell’operazione del 2 aprile scorso.

A quanto sembra, l’arresto è avvenuto in flagranza per una pratica urbanistica lecchese che risulta però fuori dal Pgt della città.

Qui Lecco Libera

4 pensieri riguardo “Arrestati Sorrentino e Castagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.