Sala giochi a Calolziocorte: replica al signor Trentin


Il Giornale di Lecco di lunedì 7 febbraio ha dedicato ampio spazio alla triste vicenda che ha visto protagonista, suo malgrado, il consigliere comunale di Calolziocorte Corrado Conti.

Ne approfittiamo per replicare alle dichiarazioni attribuite ad Alessandro Trentin, titolare con Simone Croci della società “Million Dollar”. Respingiamo al mittente ogni ipotesi di una nostra non ben precisata “invidia” o chissà quale “voglia di aprire un’altra sala giochi”. Sono pure illazioni che dipingono al meglio il nervosismo e la confusione che contraddistinguono fin dal principio questa storia.

A proposito di “guardare prima alle sale giochi aperte nel capoluogo”.

Qui Lecco Libera

2 pensieri riguardo “Sala giochi a Calolziocorte: replica al signor Trentin

  • 8 Febbraio 2011 in 16:55
    Permalink

    Scusate se vi rompo sempre le scatole ma siete troppo divertenti quasi esilaranti … Ma avete capito quando avete letto il giornale???? Non e’ riferito a voi il fatto di voler aprire una sala giochi ma a un ipotetica altra persona che per invidia potrebbe aver inviato questa lettera…. A voi era semplicemente riferito il fatto che avete protestato con il vostro regolamanto solo per quella di calolzio e non per quelle del capoluogo…. Forse perche’,giustamente, in comune a lecco la sinistra era favorevole????? E sabato saro’ in piazza a calolzio a vedere il trionfo delle frasi fatte ovvero sventolerete la sentenza oversize(che tra l’altro non e’ ancora definitiva visto che manca l’ultimo grado di giudizio) che non centra in nessun modo con il gestore che fornira’ le slot e direte che la mafia e’ brutta e cattiva……lo sappiamo gia lo sanno tutti anche i bambini che la mafia e’ un cancro …. Spero che prima di associare la mafia alla sala di calolzio abbiate delle prove certe visto che ultimamente volete giocare a fare i magistrati…. Un’altra cosa su questo trentin… Cosa dovrebbe fare un cittadino che lavora onestamente che chiede i permessi in comune (parere preventivo favorevole, licenza per fare I lavorei approvata) magari fa finanziamenti per un progetto in cui crede e ad un tratto si vede tutto bloccato Perche’ chi gli ha dato i permessi per fare i lavori(magari spendendo i risparmi di una vita) non si era ricordato della biblioteca????? Forse non avrebbe diritto ad un risarcimento da parte di chi ha sbagliato????? Gia’ dimenticavo voi pensate che dietro ci sia la mafia anzi a come parlate ne siete certi…. Perche’ sicuramente avete fatto il vostro processo e avete dato la vostra condanna!!!!! Allore ditelo che trentin, nessi, vanoli, la guardia di finanza che controlla le slot, la questura che rilascia il permesso, il comune che ha dato il parere favorevole sono tutti dei mafiosi….sempre secondo la vostra scupolosissima indagine…. Io non ho avuto la fortuna di studiare e forse non sapro’ scrivere come fa il signor duccio facchini e faccio ancora gli errori di ortografia non ho nessuna associazione non faccio notizia e non vado in televisione…..ma ho una cosa piu’ di voi….io priva di dare sentenze cerco di esserne sicuro…..voi siete sicuri che sia la mafia o non un mitomane o un concorrente sleale…….???? Perche’ se ne siete sicuri non dovete andare in piazza ma dai magistrati con le vostre prove….. Altrimenti avrete solo la certezza della vostra ignoranza…..

  • 12 Febbraio 2011 in 11:46
    Permalink

    Se non ci fosse stata scuola sarei venuto al presidio.
    Continuate così, anche a Lecco è pieno di queste mangiasoldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.