PIZZERIA “WALL STREET”: Dalla Chiesa favorevole al bando

Ieri sera (12 aprile) siamo andati a Valmadrera per chiedere a Nando Dalla Chiesa un parere circa il modus operandi “atipico” in materia di beni confiscati sul nostro territorio. Eravamo stupefatti dei toni rintracciabili nel comunicato stampa della Prefettura e del Comune di Lecco sulla ex pizzeria Wall Street.

La sua risposta ci ha spiazzato, positivamente.

Davanti a un nutrito pubblico ha dichiarato che “sì, va fatto un bando”. “No alla contrattazione con singole associazioni, sì a processi aperti e condivisi. L’Amministrazione deve avere una sua idea ma i progetti vanno valutati fuori da logiche clientelari”. Ed infine: “Non esistono rendite di posizione (musica per le nostre orecchie, ciò che ci è costata la patente dei “mai contenti”, nda). Bisogna ripensare una certa cultura dell’antimafia fuori da desideri di carriera”.

Una posizione che è la nostra, da sempre.
“Però io ho fatto un bando” – questa l’espressione utilizzata a mò di bocciatura da Dalla Chiesa rispetto a quel comunicato malaugurato – sarà lo slogan della nuova campagna a salvaguardia di Wall Street. No a logiche clientelari, no a rendite di posizione. Allargamento del processo partecipativo e processi alla luce del sole. Questo è quanto. E su questo Dalla Chiesa (presidente onorario di Libera, ricordiamo!) ci ha persino sorpassato!

Qui Lecco Libera

2 pensieri riguardo “PIZZERIA “WALL STREET”: Dalla Chiesa favorevole al bando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.